Gpa: “ho partorito, ma non è la mia bambina”

Articolo originale: Surrogate mothers: ‘I gave birth but it’s not my baby’ – BBC, 4 dicembre 2018.

[Nota: per l’inglese surrogate ho scelto il semplice surrogata, che mi sembra rappresenti in modo fedele e realistico l’esperienza delle donne, meglio e più del comune madre surrogata. per parole come baby o child, che non fanno distinzione di genere, ho riportato sia il maschile sia il femminile]


Marissa Muzzell gave birth to a baby girl for Jesús and Julio, a same-sex couple living in Madrid

Marissa Muzzell ha portato e partorito una bambina per Jésus e Julio, una coppia che vive a Madrid

Il Canada è tra le destinazioni più gettonate per chi desidera diventare genitore tramite la gpa altruistica, con la quale le surrogate partoriscono bambine e bambini alle/ai quali non sono geneticamente legate, e ricevono in cambio solo un rimborso spese.

Marissa Muzzell, dopo un travaglio di 16 ore, ha partorito una bambina.
Ha avuto nausea mattutina durante la gravidanza ed è stata ricoverata due volte. Per mesi ha fatto iniezioni giornaliere di ormoni e prima di ottenere una gravidanza ha visto fallire quattro embrio-transfer. Ha fatto tutto questo per una bambina che non è sua.

Marissa, 32 anni, vive in Canada, dove centinaia di donne come lei scelgono di dare alla luce bambine/i che andranno a casa con qualcun’altro/a.

“Ho solo fatto nascere una famiglia…la famiglia di qualcun’altro/a”, dice Marissa ridendo, mentre ancora si sta riprendendo in sala parto, dopo aver “consegnato” (handing= dare con le mani) la neonata ai suoi genitori, una coppia di uomini arrivati dalla Spagna.


La gpa nel mondo

  • Tailandia, Nepal, Messico e India hanno recentemente vietato alle coppie straniere di ricorrere alla gpa commerciale
  • molti paesi tra cui Francia, Germania, Italia e Spagna vietano la gpa in qualsiasi forma
  • Paesi come Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca e Belgio consentono solo la gpa altruistica, con la quale la donna non è pagata, o riceve solo un rimborso per le spese sostenute-necessarie
  • la gpa commerciale è legale in alcuni paesi tra cui Georgia, Russia, Ucraina, e qualche stati degli USA.

Guarda anche:  The corner of Europe where women rent out their wombs


Gpa altruistica

Marissa got pregnant with an embryo created with the egg of a donor and one of the fathers' sperm

Marissa ha portato in grembo un embrione ottenuto fecondando l’ovulo di una donatrice con il seme di uno dei due uomini

Globalmente la domanda di gpa è in costante crescita. In Canada ha avuto un’impennata fortissima, che alcune stime quantificano come superiore al 400% negli ultimi 10 anni. La gpa qui è altruistica: le donne non possono ottenerne un guadagno, farne una fonte di reddito. Questa forma di gpa è la prassi non solo in Canada ma, per esempio, anche in Gran Bretagna; tuttavia, nella maggior parte delle province canadesi, per le coppie è più facile essere riconosciute legalmente come i genitori de* bambin*. Inoltre, a differenza di altri Paesi, il Canada apre la gpa anche alle coppie omosessuali e ai genitori single.

Per qualcuno/a la gpa altruistica è eticamente più accettabile, oltre ad essere molto meno costosa, rispetto a quella commerciale. “La gestazione per altri in Canada è in costante crescita perché sempre più persone si confrontano con l’infertilità e le coppie uomo-uomo la vedono come una valida opzione per costruire la propria famiglia” (Leia Swanberg, proprietaria di un’agenzia di gpa).

“Vedo molte surrogate americane che vengono pagate migliaia di dollari solo per ottenere la gravidanza, mentre noi, in Canada, non facciamo questo”, dice Marissa.

Qui le donne vengono solo rimborsate: ricevono una somma pari alle spese che hanno sostenuto in gravidanza (per farmaci, vestiti pre-maman, generi alimentari e viaggi per le visite mediche), oltre, eventualmente, allo stipendio che hanno perso se sono state a casa dal lavoro per motivi medici; e devono essere in grado di esibire una ricevuta per ogni spesa per la quale chiedono il rimborso.

“Questo non è un reddito, sul quale puoi fare affidamento, non siamo macchine che fanno bambini/e”, dice Marissa, che lavora come animatrice socio-educativa, “per me è questo che rende la gpa altruistica tanto più speciale: non lo fai per lavoro, ma per amore, col meglio del cuore”.

Diventare surrogata

Le surrogate canadesi sono solo portatrici della gravidanza: l’embrione trasferito in utero è ottenuto fecondando gli ovuli di una donatrice, mai i loro.
Ci sono almeno 900 surrogate attive secondo le stime dei media canadesi, e le statistiche ufficiali sono difficilissime da trovare. “Undici anni fa, quando ho aperto l’agenzia, avevamo 8 nat* da gpa all’ anno. Soltanto nell’ ultimo mese ne abbiamo avut* più di 30”, dice Leia Swenberg, fondatrice della Canadian Fertility Consultancy, una delle più grandi organizzazioni del Paese che si occupano di gpa.

Potential surrogates in Canada need to have given birth to at least one child of their own

Potenziali surrogate in Canada devono aver partorito almeno un/una figlio/a

Le donne devono superare valutazioni mediche e psicologiche ed è necessario che abbiano già partorito almeno un/una figlio/a. Swanberg, lei stessa ex surrogata, esegue la valutazione delle donne e le aiuta a mettersi in contatto con futuri genitori nel mondo.

“È come con i siti di appuntamenti online”, dice Janet Harbick, 33 anni e per due volte surrogata, attualmente incinta di una bambina. “Crei un profilo e poi vedi quelli dei futuri genitori. E’ sempre difficile, ci sono più coppie che donne quindi senti di avere molte responsabilità. Come scelgo? C’è un legame, semplicemente lo senti quando hai il primo contatto.”

Janet ha portato avanti la prima gravidanza da gpa l’anno scorso, per una coppia francese, e poi ha avuto un’altra gravidanza a soli 4 mesi dal parto.

“Ho già pensato che vorrei farlo ancora due volte, vorrei fare un “percorso dei fratelli ” per ogni coppia che ho aiutato, per dare loro fratellini o sorelline”, dice,

“amo vivere la gravidanza e il mio corpo è in salute, quindi perché no? Continuerò a farlo finché il mio corpo me lo permetterà.”

Janet is very close to her intended parents and they video chat on a regular basis

Janet è molto legata ai genitori per i quali ha portato i/le figli/e, e si video-chiamano regolarmente

Come Janet, molte altre donne scelgono la gpa più di una volta; la maggior parte, inoltre, rimane in contatto con le famiglie che ha aiutato a costruire.

“Questi ragazzi iniziano come estranei, poi diventano amici e alla fine famiglia”, dice Janet,”sono come zii per i miei figli e io sarò alla lunga, parte della vita del mio bambino da gpa (“surro baby”).”

Per tutte queste donne la gpa è un’esperienza che cambia la vita, il che potrebbe, in parte, spiegare perché scelgono di dedicarle il loro tempo e mettere i loro corpi in potenziale pericolo.

“Non posso immaginare la vita senza bambini/e,” dice Janet, che ha 5 figli/e, “le mie tube sono legate e non ne voglio altri/e, ma amo sentire che posso creare questa “vita con bambini/e” per qualcuno/a che non potrebbe averla in altro modo.”
E Marissa: “penso che facendo questo stiamo semplicemente riportando la luce nel mondo. Sto creando una bambina per questi uomini, ma sto anche creando una strada percorribile.”

Strada difficile

Tuttavia la strada per avere una/un bambina/o da gpa può essere lunga e difficile: ripetuti cicli di fecondazione in vitro, embrio transfer che falliscono e aborti sono comuni.

“La gravidanza è stata molto difficile, per cui mio marito mi ha dovuto sostituire in molte cose; era molto d’aiuto e allo stesso modo lo erano i miei figli e le mie figlie,” dice Janet.

“Nel mio caso, con il mio compagno è stata dura non ha mai capito perché lo stessi facendo,” aggiunge Marissa; venendo da una piccola città di campagna, per lei è stato difficile anche superare le critiche dei vicini:

“Mi sono sentita spesso chiedere: “come puoi darla via?” “Perché stai sacrificando la tua vita familiare per una bambina che non porterai a casa?”
Quindi se vuoi essere una surrogata devi andare dritta per la tua strada. E’ il tuo corpo, una tua scelta.”

People take part in a 'holi powder' activity to celebrate the surrogates' bond

Donne surrogate celebrano il forte legame che le unisce

Critiche

Nel femminismo per esempio, una corrente di pensiero la vede come una forma di sfruttamento del corpo femminile. Katy Fulfer, dell’Università di Waterloo, fa ricerca sulla gpa e sostiene che, sebbene la gpa in Canada non sia retribuita (commerciale), questo non significa che non ci sia sfruttamento.

“Penso che paragonare gpa e prostituzione sia appropriato, poiché hai due forme di “lavoro del/col corpo” che le persone vendono”, dice; “il fatto che le donne non siano pagate è un problema, perché la fertilità qui è un settore che rende tantissimo e chiunque altro/a viene pagato. Perché la surrogata no?”

Nel modello altruistico le donne ricevono solo un rimborso spese, mentre agenzie, medici/che, avvocati/e e cliniche di PMA ricevono un compenso, rendendolo la gpa una spesa molto gravosa per i genitori, che può arrivare a più di 75 000 C$.

La legge

Il modello è regolamentato in modo molto rigido; qualche anno fa Leia Swenberg, proprietaria della Canadian Fertility Consultancy, dichiarò di non essere riuscita a tenere traccia di tutte le ricevute dei rimborsi e fu multata. Al momento c’è una forte pressione per cambiare questa legge: “Dato che un compenso è illegale, anche mandare fiori alle donne può esporre i genitori a responsabilità penale,” dice Swenberg; un’infrazione può portare a multe fino a 500 000 C$ o a 10 anni di carcere.

“In realtà, sarebbe positivo avere leggi più flessibili e non dover conservare le ricevute, ma questo non è un grande problema. Non lo facciamo per soldi”, dice Janet,
“sono orgogliosa, molto orgogliosa di poter portare questa bambina.”

Baby sitter

“Stai creando nuovi genitori”, aggiunge Marissa, “ho dato loro questa bambina con gioia, perché lei non è mai stata mia. Pensate alla gpa come un baby sitting portato all’ estremo. Alla fine, la bambina è giusto che torni a casa con i suoi genitori. Nella gestazione per altri non c’è molto altro, oltre a questo.”

Tutte le foto sono tratte dall’articolo originale: Surrogate mothers: “I gave birth but it’s not my baby”, dove si trova anche un breve video della nascita di Malena, la figlia di Jésus e Julio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.